Blog

Costanza Dei Rossi nuova Head of SEO di CIAODINO

di Matteo Bilancioni

costanza_banner

Con grande piacere possiamo finalmente ufficializzare l’ingresso di Costanza Dei Rossi come Client Partner & Head of SEO di CIAODINO. Siamo molto orgogliosi del suo ingresso nel team perché trovare nel mercato un profilo con le caratteristiche che avevamo selezionato per questo ruolo è davvero complicato.

 

In primo luogo, andavano verificate le competenze tecniche per garantire ai clienti un alto livello di servizio e, allo stesso tempo, avere le giuste capacità relazionali in grado di trasferirne il valore aggiunto. Chiunque abbia mai fatto una selezione per un profilo SEO in agenzia, sa bene che solo il connubio di queste due caratteristiche dà vita a un profilo professionale completo e realmente incisivo nella prima linea dell’organizzazione aziendale.
Tuttavia, questo non era sufficiente perché avevamo bisogno di una persona che accettasse la sfida di sviluppare completamente un’area di business, in un contesto piuttosto diverso rispetto alle altre realtà come quello di CIAODINO.

 

In sintesi, cercavamo capacità tecniche, seniority e spirito imprenditoriale. Quest’ultimo era fondamentale perché lo sviluppo della Unit SEO rappresenterà uno degli asset principali di crescita di CIAODINO nel 2020 (qui potete trovare il nostro piano di sviluppo).

 

Quattro chiacchiere con Costanza 

Costanza ha accettato questa sfida e, dopo i primi due mesi di induction, abbiamo pensato di farle una breve intervista in modo che sia lei, in prima persona, a presentarsi.

 

Sono ormai due mesi che sei parte del nostro team e ci sembra di conoscerti da sempre.
Ma facciamo un passo indietro: cosa ti ha spinto a scegliere di entrare a far parte di Ciaodino?

«Quando mi avete raccontato del progetto non ho avuto grandi dubbi in effetti. Quello che più mi ha convinto è stata l’idea chiara di cosa voleva fare Ciaodino e soprattutto di come voleva farlo. Il fatto di venire da esperienze simili sicuramente mi ha fatta rispecchiare nella stessa voglia di cambiare alcune cose pur portandosi dietro il bagaglio necessario. Le motivazioni che vi hanno portato a fondare Ciaodino sono le stesse che mi hanno portato ad incontrarvi: diciamo che mi sono sentita a casa tra simili! Il ruolo, che mi permette di rimanere vicina allo sviluppo del business, e la modalità di lavoro hanno fatto il resto nel convincermi che il passaggio da un gruppo multinazionale ad una realtà in forte sviluppo come Ciaodino poteva diventare tanto una sfida quanto una grande opportunità di crescita».

 

Scegliere di entrare in CIAODINO significa anche scegliere di lavorare in un modello organizzativo Full Remote Working.
Cosa hai pensato quando te lo abbiamo presentato e quali sono le tue prime sensazioni
da quando è diventata la tua nuova modalità di lavoro?

«Sicuramente il modello Full Remote Working è stata una leva importante nella scelta di cambiare lavoro. La mia idea rispetto a questa opportunità era quella di risolvere un disequilibro tra impegni personali e lavoro che cominciava a pesarmi e a livello familiare. In realtà quello che ho potuto verificare è molto più di una flessibilità oraria: innanzitutto il tempo guadagnato dal taglio degli spostamenti influisce a vari livelli, in primis sulla stanchezza totale della giornata e quindi sul rendimento durante le ore effettive di lavoro. Lavorare in Remote Working, inoltre, porta sia te che chi hai intorno ad evitare le perdite di tempo, le riunioni infinite e inconcludenti e i continui cambi di programma tipici di chi deve in continuazione far fronte ad una complessità strutturale spesso autoindotta o di forma. La produttività viene non solo preservata dalla tranquillità delle mura domestiche o del luogo in cui si è scelto di lavorare, ma anche potenziata grazie al rispetto dei propri ritmi e alla presa di responsabilità totale sui propri impegni. Le regole ci sono ovviamente, e non si lavora certo meno, anzi, ma lavoriamo sicuramente meglio. Se questo un domani mi permetterà anche di vivere diversamente e altrove sarà la ciliegina sulla torta».

 

Entri in ruolo dove non dovrai solo occuparti della gestione dei progetti ma anche dello sviluppo di un’area di business.
Quale credi possa essere il valore differenziante di CIAODINO rispetto alle altre soluzioni presenti nel mercato?

«Quello che ho trovato subito in Ciaodino è stata una grande attenzione al cliente, non nel senso più superficiale di trattarlo bene perché “il cliente ha sempre ragione”, ma di una vera condivisione dei suoi obiettivi di business, dei suoi progetti, dei suoi problemi e dei suoi successi. Questa attenzione alle performance, concretizzati in una comunicazione serrata col cliente ed una misurazione continua dei risultati, porta a sentirsi parte del progetto con un coinvolgimento personale che va al di là della singola operatività e quindi, in modo naturale a preoccuparsi di tutte le attività che vi girano intorno. Questa caratteristica si sta rivelando fondamentale ancora di più in questo momento in cui, io ho la necessità di entrare in fretta sui progetti, e i miei colleghi di formarsi anche su un’area, quella SEO, su cui si erano confrontati ancora poco. Una reale integrazione tra le attività e le persone che le portano avanti che in altri contesti non ho mai visto concretizzarsi realmente, anche tra persone che stavano a due scrivanie di distanza. Credo che non se ne sentisse la reale esigenza e forse mancava un po’ di motivazione, ma sicuramente la grande dispersione di tempo, energia e produttività non agevolano questo approccio indipendentemente dalla bontà delle intenzioni».

 

Torniamo ad oggi, sono passati due mesi da quando hai deciso di lasciare una grande realtà multinazionale,
una modalità di lavoro tradizionale in un bell’ufficio ed hai deciso di entrare nel team CIAODINO.

Se dovessi sintetizzare in una sola parola o frase il tuo stato d’animo come lo definiresti?

«Lo farei con un banalissimo ma vero “Grazie per questa opportunità”. Le persone dentro e fuori Ciaodino a cui è rivolto credo che lo sappiano e se lo meritino».

costanza2
globalsummit20

I numeri di COSTANZA

+10

Anni di esperienza in ambito SEO

5

Anni di esperienza da Head of SEO in realtà multinazionali

6

Progetti SEO attivi dal suo arrivo